La Martina: la storia della Polo

La Martina: la storia della Polo

La maglia da polo ha origine nel diciannovesimo secolo quando i reggimenti militari inglesi cominciarono a giocare a polo con un completo da gioco molto formale. Per differenziarsi dalla squadra avversaria, le maglie da polo venivano colorate con diversi colori e con strisce diagonali. Molte delle squadre iniziarono ad  apporre un numero sulla schiena per indicare la posizione dei giocatori sul campo. Durante gli anni 1910-1920, le maglie avevano dei colli molto lunghi che sbattevano sulle faccia dei giocatori al galoppo, disturbano la loro concentrazione e visuale. Per risolvere questo problema, qualcuno ebbe l’idea di usare una semplice camicia fermando il collo con dei bottoni. In questo modo nacque la famosa camicia “button-down”. Per realizzare le polo in jersey e tricot ancora più facili da indossare, fu aggiunta un’apertura sul petto che poteva essere chiusa da 2 o 3 bottoni. La comparsa degli sponsor nel mondo del polo determinò la necessità di ridisegnare le maglie da polo per far vedere il nome dello sponsor sul petto. Il gioco del polo ha ormai raggiunto livelli molto elevati di professionalità e le maglie utilizzate dai giocatori sono divenute un veicolo di promozione e pubblicità.

lamartinalogo